Viaggi del Gusto Magazine

Viaggi del Gusto è ….

Menù

Ultimi articoli

Ospiti di un arcobaleno certificato

Shares
Leggi meglio

 

Quando la bella stagione si spoglia della sua livrea verde per indossare il puntinismo cromatico dei colori  autunnali, si è inevitabilmente contagiati da uno spleen nostalgico. Il ricordo delle lunghe giornate, ma soprattutto dei colori estivi, bussa ai nostri pensieri: si avrebbe voglia di riviverli ancora quei momenti di vitalità e buonumore.

Sul Lago di Garda, c’è la risposta a tutto questo: si chiama Color Hotel  e fa vivere l’esperienza di risvegliare i sensi per assaporare appieno emozioni e stati d’animo immersi nei colori. E siccome la sommatoria di tutti i colori è la luce qui, come canta Jovanotti ne La notte dei desideri, ogni cosa è illuminata.

DESIGN EMOZIONALE

Color Hotel è un 4 stelle di design emozionale appartenente alla catena Conde Nast Johansens ed ha ottenuto il certificato di eccellenza di TripAdvisor. Si trova a Bardolino – bello e comodo al centro, che si raggiunge con una breve e piacevole passeggiata – e ovunque giri lo sguardo, sia dentro che fuori, si incontrano i colori.

Innanzitutto il turchese delle cinque piscine, di diverso formato e differente dislocazione (in una, quella attrezzata col Blu Bar, si può addirittura sorseggiare un cocktail seduti in ammollo); poi il rosso e il rosa degli oleandri, il verde delle palme e degli ulivi, il bianco della veranda in legno del dehor dove si può godere un aperitivo in relax dopo una fresca nuotata. Le lampade a terra che si incontrano nel layout delle  parti comuni che va dalla reception alla zona benessere e meditazione, sono 5 parallelepipedi luminosi che raffigurano orchidee, ciascuna per differente tonalità: fucsia, giallo, violetto, blu, rosa.

Ma questo albergo non spicca soltanto per il lato estetico quanto per la sostanza: qui le camere sono davvero confortevoli e pulite e la colazione fornitissima, con ampia scelta di menu – manco a dirlo – di vari colori.

 

TOTAL RELAX, GUSTO STELLATO

Al Color Hotel si attribuisce molta importanza allo stare bene nel senso olistico più completo del termine, perché il posto viene concepito come un’oasi di relax dove far sentire il cliente a proprio agio il più possibile. Per il riposo, infatti, si può scegliere fino a dodici tipi diversi di cuscini: dall’antrirusso a quello per le mamme in gravidanza, dal lattice naturale al mistolana, dall’imbottitura a grani di miglio o visco elastico. Nella terrazza che domina la sommità dell’albergo, arredata con mobili in vimini e midollino, nelle sere d’estate si imbandiscono i tavoli degli aperitivi ma di prima mattina prendono posto i materassini e la musica di Deva Premal per la pratica dello yoga con una insegnante specializzata.

Nondimeno una esperienza di benessere è il cibo, servito nei due ristoranti – uno interno l’altro all’aperto – per mano di uno chef giovane e talentuoso come       Fabio Corcella, 37 anni, 1 stella Michelin, che sa far incontrare gli ingredienti del territorio con il gusto ricercato di una elaborazione personale davvero riuscita. “Cucinare, per me, non è un lavoro – afferma – è come fare l’amore: bisogna dare un piacere. La passione va trasmessa”. Per i vini, ugualmente, si attinge dal giacimento veneto e segnatamente veronese della vicina Valpolicella, ma la carta sconfina ovunque, per soddisfare una clientela cosmopolitica che qui, sulla riva del Lago di Garda, incontra il clima mite, in un mix di gusto e buon gusto squisitamente italiano ma soprattutto incontra un sommelier d’eccezione come Gennaro Cipriani. Chiedete a lui di farvi assaggiare i vini di fascia alta Monte Verro.

IL RISVEGLIO DEI SENSI

Si chiama Sense Awakening, il risveglio dei sensi, ed è una iniziativa esclusiva di Color Hotel, che si può fare solo qui. Ha la piacevolezza del gioco ma è anche qualcosa di più. Consiste in questo: si fa scegliere al cliente, su base istintuale, una busta fra quattro colori: verde (il colore della natura, della primavera e della gioventù), rosso (il colore dell’energia mentale e fisica, dell’estroversione e della volontà), arancio (il colore della gioia e dell’affermazione del Sè, del desiderio e dell’altruismo) e oro (il colore del sole, della luce, della purezza e del calore).

A seconda della scelta – che naturalmente caratterizzerà lo stato d’animo di quel momento – l’ospite può orientare il suo menu e il suo soggiorno guidato dai consigli, dalle opportunità e  dalle istruzioni che incontrerà durante la sua permanenza in albergo, grazie anche ad uno staff cordiale, disponibile e collaborativo.

 

Dicci cosa ne pensi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top